Incontro con l’esperto: Rahul Lawlor, rappresentante senior dei servizi di conformità – IPT

Sovos
26 Aprile, 2022

Meet the Expertè la nostra serie di blog in cui condividiamo maggiori informazioni sul team che sta dietro al nostro software innovativo e ai nostri servizi gestiti.

In qualità di organizzazione globale con esperti di imposte indirette in tutte le regioni, il nostro team dedicato è spesso il primo a conoscere le nuove modifiche normative e gli ultimi sviluppi dei regimi fiscali in tutto il mondo, per supportarvi nella vostra compliance fiscale.

Abbiamo parlato con Rahul Lawlor, Senior Compliance Services Representative – IPT, dei suoi principali consigli di compliance per assicuratori grandi e piccoli.

Può parlarmi del suo ruolo e di cosa comporta?

Sono un rappresentante senior dei servizi di compliance – IPT presso Sovos. Sono entrato in azienda poco più di cinque anni fa e in questo periodo ho avuto a che fare con assicuratori di tutte le dimensioni, dalle multinazionali alle startup, con sede in una pletora di Paesi diversi nell’UE e oltre.

Supervisiono le attività di compliance di un portafoglio di assicuratori. Nel mio team ci sono associati e rappresentanti che si occupano dei dati quotidiani e che io supervisiono per garantire che tutto sia in regola. Le richieste dei nostri clienti vengono inoltrate a me, che approvo anche le dichiarazioni dei clienti e fornisco assistenza per le relazioni e i requisiti annuali.

Quali sono le differenze e i diversi requisiti IPT di grandi e piccoli assicuratori?

In termini di norme e regolamenti, non vi è alcuna differenza nei requisiti IPT per i grandi e i piccoli assicuratori; un’eccezione potrebbe essere rappresentata da Hungary , dove l’aliquota IPT applicata si basa sul volume di affari.

Direi che la principale differenza tra grandi e piccoli assicuratori è il modo in cui affrontano la conformità all’IPT. I piccoli assicuratori non tendono ad avere team fiscali dedicati, ma tendono a rivolgersi ai dipartimenti finanziari che gestiscono le fatture e sono stati incaricati anche dell’IPT. Per quanto riguarda la presentazione dell’IPT in altri Paesi al di fuori della loro sede, i piccoli assicuratori potrebbero non avere le competenze linguistiche o fiscali necessarie per presentare le dichiarazioni o registrare l’IPT. Mentre i grandi assicuratori dispongono di team specializzati in tutto il mondo che si occupano di una serie di questioni fiscali complesse.

I piccoli assicuratori tendono ad avere bisogno di maggiore assistenza e noi li aiutiamo nel processo di conformità all’IPT dall’inizio alla fine, mentre gli assicuratori più grandi capiscono l’IPT e spesso si rivolgono a noi con domande sui requisiti IPT più complicati.

Quali sono i vostri migliori consigli in materia di IPT per i piccoli assicuratori?

I piccoli assicuratori spesso utilizzano ancora sistemi legacy progettati prima della rivoluzione dell’IPT, quando i requisiti non erano così ampi come oggi. Ciò significa che le informazioni e i dati necessari per la presentazione dell’IPT non vengono sempre raccolti alla fonte e a volte ci accorgiamo che mancano degli elementi. Ciò comporta la necessità di tornare dagli assicurati per recuperare le informazioni aggiuntive, con conseguenti ritardi nella presentazione.

La mancanza delle informazioni necessarie per la presentazione dell’IPT può portare alcuni Paesi a non accettare i rischi e a non accettare i rapporti. Il costo della non conformità è superiore a quello di un sistema più economico. La creazione di un nuovo sistema può sembrare un impegno significativo, ma a lungo termine offre vantaggi e riduce al minimo il rischio di danni alla reputazione associati alla mancata presentazione dei rischi per conto degli assicurati.

Il mio consiglio principale per i piccoli assicuratori è di informarsi sull’IPT, soprattutto se scrivono rischi in Paesi in cui i punti di tassazione non sono uniformi e potrebbero creare problemi ai loro sistemi. Il punto fiscale è la data che fa scattare l’imposta, ma può variare: spesso si tratta di contanti ricevuti, ma può essere anche la data di emissione, la data di sottoscrizione, la data di scadenza (l’elenco potrebbe continuare).

È necessario prevedere sempre un ampio margine di tempo prima delle scadenze per la compilazione e la rendicontazione, soprattutto quando si entra in nuovi mercati. Abbiamo aiutato molti assicuratori con i requisiti di registrazione e IPT per evitare sorprese.

Quali sono i vostri principali consigli in materia di IPT per i grandi assicuratori?

Non riposare sugli allori. I grandi assicuratori hanno più esperienza con l’IPT, ma quando ci sono cambiamenti radicali, a volte i dettagli possono sfuggire o non essere compresi appieno. Assicuratevi di ampliare i vostri orizzonti e di imparare sempre. Quando si rendono necessari dei cambiamenti, ad esempio quando Portogallo è passato da un deposito di ritorno a un deposito transazionale o quando Spagna ha annunciato una modifica delle tariffe, è importante comprendere l’effetto che avrà sui sistemi e di conseguenza sulla presentazione.

Non abbiate paura di chiedere aiuto al di fuori del vostro team. Noi di Sovos trattiamo con un’ampia gamma di assicuratori e abbiamo una grande esperienza, quindi molto probabilmente abbiamo già aiutato con una richiesta simile e il nostro team di esperti è aggiornato sugli ultimi requisiti IPT.

Non abbiate paura di chiedere un secondo parere se non siete sicuri, possiamo aiutarvi ad orientarvi.

Ha qualche consiglio da dare sulla conformità all’IPT per tutti gli assicuratori, indipendentemente dalle loro dimensioni?

Preparazione e formazione sono fondamentali! Nella catena di fornitura dei dati sono presenti diverse parti interessate ed è importante che tutti abbiano una comprensione uniforme dei requisiti necessari per una conformità continua.

In che modo Sovos può aiutare gli assicuratori grandi e piccoli?

Per i piccoli assicuratori che utilizzano ancora sistemi preesistenti, il software IPT Determination di Sovos può integrarsi con i sistemi preesistenti per garantire l’acquisizione dei dettagli rilevanti. Abbiamo aiutato molti piccoli assicuratori con le registrazioni IPT, assistendoli nella fase di preparazione, presentando i documenti per conto del cliente e fornendo consulenza una volta completata la registrazione. Potete contare sulla nostra esperienza per risparmiare tempo e concentrarvi sulla vostra attività.

L’implementazione del software Sovos per la determinazione dell’IPT non si limita solo ai piccoli assicuratori. Anche per i grandi assicuratori offriamo una soluzione completa. Inoltre, la nostra consulenza IPT è a disposizione per fornire consulenza su questioni fiscali complesse, per darvi fiducia nel prendere decisioni di alto livello.

Abbiamo rapporti approfonditi con le autorità fiscali e disponiamo di rappresentanti e collaboratori locali in paesi di tutto il mondo che possono assistere noi e i nostri clienti nelle questioni e nei requisiti IPT più complessi.

Agisci

Avete domande sulla conformità all’IPT? Rivolgetevi ai nostri esperti o scaricate il nostro e-book, Regole sulle imposte indirette per le assicurazioni in tutto il mondo.

Iscriviti per ulteriori informazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi aggiornamenti fiscali e di conformità che potrebbero influire sulla tua attività.
Author

Sovos

Sovos was built to solve the complexities of the digital transformation of tax, with complete, connected offerings for tax determination, continuous transaction controls, tax reporting and more. Sovos customers include half the Fortune 500, as well as businesses of every size operating in more than 70 countries. The company’s SaaS products and proprietary Sovos S1 Platform integrate with a wide variety of business applications and government compliance processes. Sovos has employees throughout the Americas and Europe, and is owned by Hg and TA Associates.
Share This Post