Roundup sulla digitalizzazione dell’IPT nell’UE

James Brown
23 Marzo, 2022

La sfera Insurance Premium Tax (IPT) è in genere rimasta indietro rispetto ad altre tasse relative all’archiviazione digitale. Fino a poco tempo fa, c’erano diversi paesi con sede nell’Unione europea (UE) in cui le dichiarazioni cartacee dovevano ancora essere inviate fisicamente all’autorità fiscale competente. Questa pratica rimane in alcuni casi. Tuttavia, ci sono stati alcuni sviluppi significativi in alcuni paesi recentemente verso la digitalizzazione dell’IPT. Coglieremo l’occasione per fornire un riepilogo.

FRANCIA

Le dichiarazioni IPT erano state impostate per essere spostate online a partire dalla dichiarazione di gennaio 2022 presentata nel febbraio 2022, ma questa è stata posticipata a gennaio 2023 con poco preavviso. Poiché molti assicuratori sono già predisposti per le dichiarazioni online, stiamo cercando chiarimenti dall’autorità fiscale sulla possibilità di presentare online volontariamente prima della nuova scadenza.

GERMANIA

Sebbene la capacità di presentare dichiarazioni online di IPT e Fire Brigade Tax (FBT) sia stata precedentemente disponibile per gli assicuratori che lo desiderano, la presentazione online è diventata obbligatoria per tutte le dichiarazioni effettuate dal 1° gennaio 2022 in poi, indipendentemente dal periodo depositato. Questo requisito significa che le dichiarazioni cartacee non sono più accettate come comunicazioni valide e non saranno prese in considerazione dall’autorità fiscale.

IRLANDA

Come precedentemente confermato, il regime fiscale irlandese sui premi costituito dal prelievo governativo, dai contributi all’Insurance Compensation Fund e dall’imposta di bollo passerà al Revenue Online Service (ROS) dell’autorità. La prima dichiarazione per la quale sarà obbligatorio l’uso dei ROS è il periodo Q1 2022, con scadenza del 25 aprile 2022. Comprendiamo che l’autorità fiscale consoliderà queste tasse in un’unica dichiarazione dei redditi.

Molti dei nostri clienti saranno consapevoli che siamo in procinto di impostarli su ROS per assicurarci che possano presentare le loro tasse in conformità con questa scadenza in mente, e siamo anche in contatto regolare con l’autorità competente.

SLOVENIA

Molti assicuratori hanno ricevuto corrispondenza dall’autorità fiscale slovena verso la fine del 2021 in merito all’uso del suo portale eDavki. Allo stato attuale, l’autorità ha confermato che non è obbligatorio utilizzare questo portale per inviare resi IPT e FBT. Tuttavia, può essere utilizzato per contattare ogni assicuratore, se necessario. Tuttavia, la diffusione di questa corrispondenza da parte dell’autorità potrebbe indicare che potrebbe diventare obbligatoria per la presentazione in futuro, soprattutto perché è già obbligatorio dichiarare altre tasse in questo modo. Come per qualsiasi cambiamento prevedibile che possa influire sulla conformità IPT, questo è qualcosa che monitoreremo in futuro.

Agisci

Contatta il nostro team di esperti per scoprire come la tua azienda può beneficiare di un’offerta IPT end-to-end completa.

Iscriviti per ulteriori informazioni

Rimani aggiornato con gli ultimi aggiornamenti fiscali e di conformità che potrebbero influire sulla tua attività.
Author

James Brown

James Brown is a Consultant at Sovos. His academic background is in Law having studied the subject at undergraduate level, and he has since enjoyed various roles in the IPT Managed Services Department at Sovos.
Share This Post