La Romania estende il periodo di tolleranza per la presentazione del SAF-T

Charles Riordan
18 Agosto, 2022

Il 1° agosto 2022, l’Agenzia Nazionale Rumena per l’Amministrazione Fiscale (ANAF) ha pubblicato una bozza di ordinanza che estende l’attuale periodo di grazia per le dichiarazioni Standard Audit File for Tax (SAF-T) da sei mesi a dodici mesi. L’ordine entrerà in vigore dopo l’approvazione e la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Al momento di scrivere, l’approvazione e la pubblicazione sono attese a breve.

L’autorità fiscale rumena ha inizialmente concesso il periodo di grazia a causa della complessità del deposito SAF-T del Paese. Il SAF-T deve includere i dati disponibili dai file master, dai documenti di origine, dalle voci della contabilità generale e, con cadenza separata, i dati relativi alle immobilizzazioni e all’inventario. A causa di questa complessità, l’ANAF ha istituito un periodo di grazia di sei mesi, durante il quale i contribuenti non sarebbero stati penalizzati in caso di deposito tardivo o errato. L’ANAF ha anche implementato il SAF-T in fasi, con i grandi contribuenti obbligati a depositare prima dei contribuenti di medie e piccole dimensioni.

L’ANAF ha riconosciuto, tuttavia, che anche i grandi contribuenti hanno avuto difficoltà a soddisfare i requisiti tecnici della dichiarazione SAF-T. Pertanto, con la scadenza del periodo di grazia iniziale di sei mesi, l’ANAF propone di estenderlo per alleggerire l’onere per i depositanti.

Il periodo di grazia, come in precedenza, decorre dalla data in cui il contribuente è tenuto a presentare la dichiarazione SAF-T. Inizia l’obbligo per le diverse categorie di contribuenti:

  • 1 gennaio 2022: per i “grandi contribuenti” che sono stati classificati come tali nel 2021.
  • 1 luglio 2022: per i “grandi contribuenti” che sono stati classificati come tali solo nel 2022.
  • 1 gennaio 2023: per i “contribuenti medi” che sono stati classificati come tali nel 2021.
  • 1 gennaio 2025: per tutti i contribuenti che non rientrano nelle suddette categorie al 1° gennaio 2022.

Romania Estensione del periodo di grazia SAF-T

Ciò significa che i contribuenti obbligati a presentare il SAF-T nel 2022 avranno ora periodi di grazia che si estenderanno fino al 2023 (ad esempio, il 1° gennaio 2023 per i “grandi contribuenti” che sono stati classificati come tali nel 2021; il 1° luglio 2023 per i “grandi contribuenti” che sono stati classificati come tali solo nel 2022).

Il linguaggio dell’emendamento non limita il periodo di grazia di dodici mesi ai grandi contribuenti, quindi si presume che il periodo di grazia si applicherà anche ad altri contribuenti. Questo emendamento estenderebbe il periodo di grazia per i contribuenti medi al 2024 e per tutti gli altri al 2026. Ulteriori chiarimenti su questo punto potrebbero essere rilasciati in futuro.

Il rollout di di SAF-T in Romania è stato movimentato, con molteplici revisioni sia dello schema stesso che degli obblighi dei contribuenti. I contribuenti che fanno affari in Romania devono assicurarsi di rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi di questa dichiarazione, perché senza dubbio ne arriveranno altri.

Agisci

Ha bisogno di garantire la conformità ai più recenti requisiti SAF-T rumeni? Parli con il nostro team. Ci segua su LinkedIn e Twitter per tenersi aggiornati sulle ultime novità e aggiornamenti normativi.

Sign up for Email Updates

Stay up to date with the latest tax and compliance updates that may impact your business.

Author

Charles Riordan

Charles Riordan is a member of the Regulatory Analysis team at Sovos specializing in international taxation, with a focus on Value Added Tax systems in the European Union. Charles received his J.D. from Boston College Law School in 2013 and is an active member of the Massachusetts Bar.
Share this post

E-Invoicing Compliance EMEA
April 5, 2023
Bizkaia: Qual è il sistema fiscale di Batuz?

La Bizkaia è una provincia della Spagna e un territorio storico dei Paesi Baschi, con un proprio sistema fiscale. Prima dell’approvazione della strategia Batuz, l’autorità fiscale della Bizkaia ha sviluppato diversi approcci per implementare una strategia completa che riducesse la frode fiscale. L’obiettivo è quello di impedire che la frode influisca sulle entrate generate dalle […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
March 7, 2023
L’IVA nell’era digitale introduzione di una piu’ estesa platea di transazioni ricomprese nella registrazione unica ai fini IVA

Il piano L’IVA nell’era digitale della Commissione europea propone una serie di novità, fra cui una registrazione IVA unica per facilitare il commercio transfrontaliero. La proposta, che dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2025, è parte dell’iniziativa della Commissione per modernizzare l’IVA nell’UE. In sostanza, comporterebbe la registrazione IVA una sola volta in tutta […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
February 13, 2023
L’IVA nell’era digitale: risposte alle domande che tutti si pongono

6 Frequenti Domande: Per capire meglio l’impatto delle proposte della commissione Europea nell’era digitale (ViDA) sulla tua attività, ti invito a leggere alcune delle domande più frequenti che ho ricevuto fino a questo momento. D: Quando le aziende probabilmente inizieranno a notare un impatto in seguito all’implementazione delle proposte ViDA?  R: Le proposte della Commissione […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
December 21, 2022
L’IVA nell’era digitale: trattamento dell’IVA sul fronte delle piattaforme digitali

La proposta “L’IVA nell’era digitale” della Commissione Europea apporta modifiche significative al trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali relativamente agli operatori nei servizi di alloggio di breve durata (massimo 45 giorni) e di trasporto passeggeri. Trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali Vale la pena ricordare che il “trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali” riguarda […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
December 8, 2022
L’IVA nell’era digitale: Segnalazione e fatturazione elettronica obbligatoria per le transazioni intracomunitarie dell’UE

La Commissione Europea ha annunciato la sua tanto attesa proposta di modifiche legislative in relazione all’iniziativa l’IVA nell’era digitale (ViDA). Si tratta di uno degli sviluppi più importanti nella storia dell’IVA europea, che riguarda non solo le aziende europee, ma anche quelle non europee che commerciano con l’UE. La proposta richiede la modifica della Direttiva […]