Alleviare il dolore della liquidazione dell’IPT

Neal Bazeley
4 Maggio, 2022

Garantire la conformità all’Insurance Premium Tax (IPT) può essere un compito complesso. Poiché le aliquote e le procedure variano da Paese a Paese, molte organizzazioni scelgono di collaborare con Sovos per alleggerire il carico di lavoro legato alla conformità all’IPT e per avere una maggiore tranquillità fiscale.

Abbiamo parlato con Neal Bazeley, supervisore dei fondi dei clienti, della soluzione Sovos per i pagamenti di conformità IPT e del perché i clienti apprezzano questo servizio.

Che cos’è il denaro del cliente per l’IPT?

A differenza di altri fornitori di servizi di compliance IPT, per i nostri clienti forniamo un semplice punto di arrivo per regolare i debiti fiscali internazionali in un unico pagamento. Grazie alla nostra rete di filiali e partner internazionali, siamo in grado di pagare le imposte in oltre 30 Paesi.

Come team, siamo responsabili dei fondi dei clienti dal momento in cui vengono accreditati sul nostro conto al momento in cui le somme arrivano al rispettivo ufficio fiscale.

  • Il team Client Money è responsabile di:
  • Mantenimento e gestione dei fondi in 13 valute e in conti bancari separati.
  • Effettuare i pagamenti alle autorità fiscali per conto dei nostri clienti nella valuta locale e nel metodo di pagamento preferito da ciascuna autorità fiscale.
  • Fornire un resoconto di tutte le transazioni effettuate per conto dei clienti in tutte le valute applicabili, nonché la prova e la tracciabilità di ogni pagamento.

Attualmente abbiamo conti bancari in 13 valute diverse con il nostro principale fornitore di servizi bancari qui nel Regno Unito. Offriamo ai clienti la scelta di inviarci i fondi nella valuta dei territori in cui hanno passività o di inviare tutti i fondi combinati a un unico conto e noi li trasferiamo di conseguenza.

Utilizzando il nostro software proprietario, gestiamo i fondi che ci vengono inviati e li assegniamo di conseguenza a ciascun conto del cliente. Questo software lavora con Sovos IPT per garantire che i fondi siano collegati alle passività. Quando i pagamenti sono dovuti, utilizziamo Sovos IPT per generare il file di pagamento necessario che viene caricato sul portale online della nostra banca. In questo modo viene creato un pagamento nel formato corretto richiesto dalle rispettive autorità fiscali.

All’inizio di ogni mese generiamo un estratto conto per tutti i clienti che mostra i fondi in entrata e i pagamenti effettuati nel mese precedente. Lavoriamo instancabilmente per garantire che ogni estratto conto sia assolutamente accurato e rifletta le transazioni del periodo.

Possono verificarsi problemi quando i clienti inviano fondi senza indicare chiaramente a quale entità si riferiscono o quando gli uffici fiscali raccolgono differenze di pagamento o di rimborso senza comunicare. Siamo orgogliosi di garantire che questi problemi vengano affrontati non appena si presentano, in modo che i nostri clienti possano essere sicuri che la loro dichiarazione sia interamente rappresentativa del lavoro che svolgiamo per loro.

Pagamenti IPT in Grecia, Italia, Portogallo e Spagna

Nella maggior parte dei casi il governo centrale è responsabile della tassazione e delle finanze e accetterà qualsiasi metodo di pagamento, purché sia completo e accurato. Esistono tuttavia alcune eccezioni. Manteniamo conti in valuta domiciliati in Grecia, Italia, Portogallo e Spagna, poiché questi territori richiedono che i pagamenti siano effettuati da un conto locale. L’Italia e la Spagna presentano delle difficoltà perché richiedono che ogni pagamento sia indirizzato a ciascun comune o regione in cui è dovuta l’imposta. Per complicare ulteriormente le cose, hanno tipi di pagamento specifici che non sono accessibili ai non addetti ai lavori. Questi territori rappresentano delle eccezioni.

Pagamenti IPT transfrontalieri

Sebbene possa sembrare che i pagamenti transfrontalieri siano semplici, non è così. Non esistono due Paesi uguali e ogni territorio ha le proprie regole e normative. Aggiorniamo costantemente i nostri processi per adattarci a qualsiasi cambiamento che si verifichi, per garantire che i nostri clienti rimangano conformi.

La Brexit ha cambiato il modo in cui lavoriamo come team. La legislazione ha fatto sì che il nostro metodo preferito di pagamenti SWIFT diventasse da un giorno all’altro proibitivo. Abbiamo quindi modificato le nostre scadenze di pagamento per tenere conto di questi cambiamenti. Abbiamo reagito rapidamente all’evolversi della situazione – senza alcun preavviso – per assicurarci di non dover trasferire questi costi aggiuntivi ai nostri clienti assicurativi.

In concomitanza con la Brexit, la pandemia di Coronavirus ha costretto i nostri partner bancari a iniziare ad applicare tassi di interesse negativi nelle valute in cui le banche centrali hanno dovuto adeguare i loro tassi per contrastare la recessione economica. Trattandosi di un fondo per grandi clienti, abbiamo dovuto implementare un sistema che prevedesse e ricaricasse con precisione le commissioni in continua evoluzione. Nel giro di un paio di mesi, abbiamo dovuto rivedere le nostre operazioni per garantire che i fondi venissero ricevuti e pagati entro scadenze rigorose, evitando gli addebiti di interessi negativi sui depositi stagnanti e lasciando il tempo necessario per elaborare con precisione i pagamenti.

Agisci

Volete saperne di più su come IPT Client Money può alleggerire il vostro onere di conformità IPT? Contattate.

Sign up for Email Updates

Stay up to date with the latest tax and compliance updates that may impact your business.

Author

Neal Bazeley

Neal joined Sovos in late 2018 and is the Supervisor of the Client Money team. Prior to this he worked in a High Street Bank for 11 years before spending 17 years in a variety of roles at London Heathrow Airport.
Share this post

E-Invoicing Compliance EMEA
April 5, 2023
Bizkaia: Qual è il sistema fiscale di Batuz?

La Bizkaia è una provincia della Spagna e un territorio storico dei Paesi Baschi, con un proprio sistema fiscale. Prima dell’approvazione della strategia Batuz, l’autorità fiscale della Bizkaia ha sviluppato diversi approcci per implementare una strategia completa che riducesse la frode fiscale. L’obiettivo è quello di impedire che la frode influisca sulle entrate generate dalle […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
March 7, 2023
L’IVA nell’era digitale introduzione di una piu’ estesa platea di transazioni ricomprese nella registrazione unica ai fini IVA

Il piano L’IVA nell’era digitale della Commissione europea propone una serie di novità, fra cui una registrazione IVA unica per facilitare il commercio transfrontaliero. La proposta, che dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2025, è parte dell’iniziativa della Commissione per modernizzare l’IVA nell’UE. In sostanza, comporterebbe la registrazione IVA una sola volta in tutta […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
February 13, 2023
L’IVA nell’era digitale: risposte alle domande che tutti si pongono

6 Frequenti Domande: Per capire meglio l’impatto delle proposte della commissione Europea nell’era digitale (ViDA) sulla tua attività, ti invito a leggere alcune delle domande più frequenti che ho ricevuto fino a questo momento. D: Quando le aziende probabilmente inizieranno a notare un impatto in seguito all’implementazione delle proposte ViDA?  R: Le proposte della Commissione […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
December 21, 2022
L’IVA nell’era digitale: trattamento dell’IVA sul fronte delle piattaforme digitali

La proposta “L’IVA nell’era digitale” della Commissione Europea apporta modifiche significative al trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali relativamente agli operatori nei servizi di alloggio di breve durata (massimo 45 giorni) e di trasporto passeggeri. Trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali Vale la pena ricordare che il “trattamento IVA sul fronte delle piattaforme digitali” riguarda […]

Dichiarazione fiscale e IVA EMEA
December 8, 2022
L’IVA nell’era digitale: Segnalazione e fatturazione elettronica obbligatoria per le transazioni intracomunitarie dell’UE

La Commissione Europea ha annunciato la sua tanto attesa proposta di modifiche legislative in relazione all’iniziativa l’IVA nell’era digitale (ViDA). Si tratta di uno degli sviluppi più importanti nella storia dell’IVA europea, che riguarda non solo le aziende europee, ma anche quelle non europee che commerciano con l’UE. La proposta richiede la modifica della Direttiva […]